Giulio Einaudi editore

Napoleone in venti parole

Napoleone in venti parole
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Un saggio che si legge come un romanzo illumina in modo originale il Napoleone meno noto e piú significativo: il «poeta dell'azione», lo statista e manager che a duecento anni di distanza ha ancora molto da insegnare.

2021
ET Saggi
pp. 280
€ 13,50
ISBN 9788806247546

Il libro

Il mito di Napoleone, «l’uomo che suonava la musica dell’avvenire», continua a coinvolgere e intrigare sempre nuove generazioni. Di che cosa è fatta la sua eccezionalità? Come si è sviluppata e che cosa ha prodotto? Dopo N. (Premio Strega 2000), che racconta i dieci mesi dell’Elba, Ernesto Ferrero ha continuato a indagarne gli aspetti che possono rivelarlo meglio e che ci toccano piú da vicino: le inesauribili capacità organizzative, le tecniche di comunicazione, la progettualità visionaria, l’introduzione della meritocrazia, il culto del budget, le politiche economiche e culturali, l’attenzione per l’arte e per il libro, la rifondazione della macchina dello Stato, a partire dal Codice civile. Con una narrazione incalzante e in un fitto intreccio di storie e personaggi, il libro condensa in venti temi-chiave le ragioni di un’ascesa e di una caduta fuori misura (dalla prima campagna d’Italia all’Egitto, dalla Russia a Waterloo, all’esilio sull’isola di Sant’Elena) e i retroscena di un «sistema operativo» che fa di Napoleone il fondatore della modernità.

 

«”Sento l’infinito, in me”. Cosí N. nella gabbia di Sant’Elena, quasi a giustificare l’enormità delle sue ambizioni, la grandezza che perfino la rovinosa caduta finisce per evidenziare e lo stesso martirio, opportunamente raccontato ed enfatizzato, rende ancora piú visibile. Si è autodefinito “l’uomo piú grande che sia mai esistito”, e può rivendicare con orgoglio le proprie modeste origini per misurare la strada percorsa e l’unicità che lo distingue dai milioni di uomini di cui non rimane traccia».

Altri libri diErnesto Ferrero
Altri libri diStoria moderna