Giulio Einaudi editore

Fuoco sulla montagna

Copertina del libro Fuoco sulla montagna di Anita Desai
Fuoco sulla montagna
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Un dramma severo e impietoso, il ritratto di tre frastornate solitudini che si rincorrono e si perdono nel paesaggio solo apparentemente intatto delle pendici himalayane.

2006
L'Arcipelago Einaudi
pp. 188
€ 12,00
ISBN 9788806176464
Traduzione di

Il libro

Fuoco sulla montagna è un dramma severo e impietoso, il ritratto di tre frastornate solitudini che si rincorrono e si perdono nel paesaggio solo apparentemente intatto delle pendici himalayane. Un orizzonte senza tempo fa velo ai ricordi insopportabili di due vecchie donne, Nanda Kaul e l’amica Ila Das, e a quelli dolorosi e recenti di una strana, avventurosa bambina che sembra un insetto, Raka. Intanto, nella valle che la protagonista osserva dall’alto si ripetono antiche violenze e ingiustizie, che Desai ci mostra quasi senza dirle, con calviniana, pittorica esattezza. Non stupisca il nome di Carignano, dove il romanzo è ambientato. Fu Federico Peliti (1844-1914), uomo d’affari e artista italiano che qui volle costruire la sua abitazione indiana e che di questi luoghi ci ha lasciato straordinarie immagini fotografiche, a dare al grappolo di case sul crinale il nome del paese in cui era nato.

Anna Nadotti

«Aveva tutto ciò che voleva, lì a Carignano, a Kasauli. Lì sul crinale del monte, in quella tranquilla dimora. Era il luogo, la fase dell’esistenza che aveva desiderato e preparato per tutta la vita – se ne era resa conto fin dal primo giorno trascorso lì, sentendo sbocciare un grande, pacato sollievo – e finalmente ci era arrivata. Non voleva nessuno, non voleva nient’altro. Qualunque cosa fosse sopraggiunta o accaduta, sarebbe stata un’intromissione indesiderata, un fastidio».

Altri libri diAnita Desai
Altri libri diAltre narrative