Giulio Einaudi editore

«In un'afosa giornata di luglio dell'anno 1505 un viaggiatore solitario avanzava a fatica sulla strada riarsa alle porte del villaggio di Stotterheim in Sassonia. Era un giovane, basso ma tarchiato, vestito da studente universitario. Mentre si avvicinava al villaggio, il cielo si rannuvolò... Un fulmine squarciò l'oscurità... Quell'uomo era Martin Lutero».

2005
ET Saggi
pp. LIV - 470
€ 12,80
ISBN 9788806174057
Traduzione di
Introduzione a cura di
Prefazione a cura di

Il libro

È con queste parole che inizia la biografia dell’uomo che, accusando la Chiesa di essere corrotta e identificando i Papi con l’Anticristo, avrebbe frantumato l’edificio del cattolicesimo medievale, dando il via alla Riforma protestante e modificando per sempre il corso della Storia. Dalle prime inquietudini interiori alla polemica contro le indulgenze, alla scomunica, alla definitiva separazione della Chiesa protestante da quella romana, Bainton delinea, con un linguaggio chiaro e un tono divulgativo, gli sviluppi della vicenda umana e religiosa del monaco agostiniano senza perdere mai di vista i grandi eventi politici, culturali, economici e sociali del tempo. Un racconto vivace e appassionato che ricostruisce la figura e la vita di Lutero attraverso la storia del suo svolgimento religioso pieno di paure, fatiche, entusiasmi, tempeste.

Altri libri diRoland H. Bainton
Altri libri diStoria moderna