Giulio Einaudi editore

Canto alla durata

Canto alla durata
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Restando fedele
a ciò che mi è caro e che è la cosa piú
importante,
impedendo in tal maniera che si
cancelli con gli anni,
sentirò poi forse
del tutto inatteso
il brivido della durata
e ogni volta per gesti di poco conto
nel chiudere con cautela la porta,
nello sbucciare con cura una mela,
nel varcare con attenzione la soglia,
nel chinarmi a raccogliere un filo.

***

Testo a fronte

2016
Collezione di poesia
pp. 72
€ 10,00
ISBN 9788806176495
Traduzione di
Postfazione a cura di

Il libro

Prendendo spunto da Goethe, «maestro del dire essenziale», Handke propone in questo poemetto una sua personale ricerca sul concetto di durata, l’entità che fornisce contorno a quanto ha la tendenza a dissolversi. Connessa al ripetersi degli eventi quotidiani, ma al contempo svincolata dalla permanenza in luoghi o itinerari consueti, la sensazione della durata è l’esito della fedeltà a ciò che l’individuo sente come piú profondamente proprio: fedeltà al divenire di una persona, fedeltà a «certe piccole cose» che ci accompagnano «in tutti i traslochi», fedeltà infine a determinati luoghi, un lago, una piazza, una sorgente alla periferia di Parigi. La durata tuttavia non esiste a priori, bisogna cercarla, andarle incontro, trovare un punto di mai definitiva, instabile quiete. La poesia – dice Handke – è uno dei migliori supporti in questa ricerca interiore. Ed è dunque naturale che questo libro di meditazione filosofica sia stato scritto in versi, quasi per bussare alla porta di quella condizione sapienziale tipica della poesia di ogni tempo.

Approfondimento

Premio Nobel per la Letteratura 2019 a Peter Handke «Canto alla durata» nella Bianca

Il 10 ottobre alle ore 13 sono stati annunciati i due vincitori del Premio Nobel per la Letteratura. Il celebre riconoscimento è stato assegnato a Olga
leggi