Giulio Einaudi editore

Scienza, quindi democrazia

Scienza, quindi democrazia
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Insieme all'economia di mercato e alla democrazia, la scienza ha dato vita a un sistema che produce benessere e libertà, riduce le disuguaglianze e diffonde la razionalità: i criteri cognitivi e morali del metodo scientifico hanno favorito la convivenza civile.

2011
Vele
pp. XXVI - 192
€ 10,00
ISBN 9788806188337

Il libro

Questo libro avanza una tesi eretica: l’idea che l’invenzione della scienza moderna abbia fornito gli strumenti cognitivi e morali necessari per far funzionare l’economia di mercato e consentire la nascita della democrazia. Grazie a tali strumenti, la scienza stimola la capacità di pensare in modo controintuitivo, permettendo di spiegare ciò che accade. Essa, inoltre, consente di prendere decisioni morali, economiche e politiche che non sono «naturali» – date le predisposizioni comportamentali di cui ci ha dotato l’evoluzione – ma che, tuttavia, migliorano la società sotto tutti i punti di vista. La scienza ci fa godere i vantaggi materiali del vivere in condizioni che, dalla rivoluzione neolitica in poi, sono diventate via via piú innaturali. Le tesi di questo libro sono quasi censurate in Italia, dove una cultura umanistica pervasiva, tradizionalista e antiscientifica è all’origine dell’incapacità del paese di elevarsi moralmente e stare al passo con le economie della conoscenza.