Giulio Einaudi editore

L’io diviso

Studio di psichiatria esistenziale
L’io diviso
Studio di psichiatria esistenziale
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Scritto all'età di ventotto anni, L'io diviso, originariamente concepito come il primo di una serie di studi di psicologia e di psichiatria esistenziale che non avrebbe in realtà avuto seguito, rimane, oltre che la piú nota, l'opera piú originale, profonda ed equilibrata di Ronald Laing.

2010
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. 228
€ 22,00
ISBN 9788806206048
Traduzione di
Prefazione a cura di

Il libro

L’analisi della lacerazione interiore che caratterizza l’io diviso dello schizofrenico si colloca a buon diritto tra le pagine esemplari della tradizione fenomenologico-esistenziale in psichiatria, facendo dell’Io diviso, al di là del contesto storico e politico in cui è nato e si è diffuso, un vero e proprio classico del pensiero psichiatrico. Nella sua opera d’esordio, infatti, il giovane psichiatra scozzese riesce a dire qualcosa di accessibile e comprensibile sull’incomprensibilità schizofrenica, portando il mondo della psicosi a contatto con emozioni e stati mentali nei quali è possibile riconoscersi. Tramite il ricorso a un linguaggio vicino all’esperienza, le pagine di Laing non lasciano nella mente del lettore la rappresentazione di un mondo inerte, congelato dalla follia, ma piuttosto quella di un mondo in evoluzione nel quale la psicosi schizofrenica rappresenta una possibile, ma non necessaria, evoluzione del rapporto che un individuo ontologicamente insicuro è riuscito a stabilire con se stesso. «A distanza di oltre 40 anni dalla sua pubblicazione, – sottolinea Mario Rossi Monti nella sua prefazione, – L’io diviso continua a essere un libro che non scivola via, che non passa inosservato, che non si può studiare senza esserne profondamente toccati: uno di quei libri la cui lettura, senza voler dare troppa enfasi a questa frase, cambia davvero la vita, nel senso che dopo che lo si è letto non si è piú gli stessi di prima. Ciò che abitualmente viene relegato nella alienità, al di là del «rassicurante » muro della incomprensibilità, si rivela invece straordinariamente vicino; i confini tra normalità e psicosi si mostrano in tutta la loro labilità, facendo intravedere le potenzialità psicotiche insite in ogni esistenza umana».

Altri libri diRonald D. Laing
Altri libri diPsichiatria