Giulio Einaudi editore

Il bisogno di patria

Il bisogno di patria
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Per gli italiani, patria ha significato spesso identità chiusa e aggressiva. Ma la storia d'Italia, al contrario, ha detto che l'idea di patria si è esaltata con la pluralità dei volti, nella molteplicità degli incontri e delle culture. Un'esperienza, oggi piú che mai, carica di futuro.

2010
Vele
pp. 146
€ 10,00
ISBN 9788806204648

Il libro

L’Italia è una comunità nazionale leggera: ha scarso senso civico e non si riconosce in interessi generali. Si accende episodicamente come una comunità di sentimenti: il cordoglio per una scomparsa, la gioia per un successo sportivo talvolta denunciano il desiderio di condividere emozioni e sentire momenti di unità. L’unità, quando non sia frutto di conformismo, è un valore; ma raramente la storia italiana ha visto perseguito questo obiettivo. La patria ha sempre stentato a diventare una categoria del senso comune, perché gli italiani hanno coltivato con particolare passione l’interesse privato, perché sono spesso caduti nella tentazione delle lotte di fazione e delle guerre civili, perché sono soliti ignorare la loro storia e dividersi in estenuanti rese dei conti. In realtà, proprio la storia dice che la vera risorsa degli italiani è stata la loro diversità, l’incontro e lo scambio fra culture diverse, le addizioni di genti differenti. Ne sono testimoni l’arte e la letteratura, i modi di vivere e il gusto: questa è la patria che gli italiani possono vantare, un mondo aperto e non esclusivo; questa è l’idea da proporre contro la tentazione di nuove chiusure nazionalistiche e di improbabili definizioni identitarie. Oggi, in particolare.

Altri libri diWalter Barberis