Giulio Einaudi editore

Nel caffè della gioventù perduta

Nel caffè della gioventù perduta
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Louki è una giovane donna affascinante e misteriosa che non è veramente se stessa se non nel momento in cui fugge. Pierre Caisley è l'investigatore che la cerca e che decide di lasciarla andare. Roland la ama, ma può vivere insieme a lei solo nelle «zone neutre».
Giovani alla deriva ancorati a un'eterna giovinezza e a un presente senza fine. La vita riprende però sempre il sopravvento in una Parigi enigmatica e ipnotica nella sua esattezza topografica.
Tutto sembra ricominciare esattamente come prima. Ma, forse, non per Louki.

2015
eBook
pp. 128
€ 6,99
ISBN 9788858417577
Traduzione di

Il libro

«Certi libri ci temprano. Cataloghi di pensieri solidi, manuali di inflessibilità, trattati per dominare il mondo. Altri, ben più preziosi e necessari, ci rendono fragili, ci disarmano. Così questa sconvolgente figura di donna, vicina e perduta, ritratta da Modiano proprio al confine fra l’ombra e la luce».
«Le Monde»

***

Parigi, Quartiere Latino. Nei pressi dell’Odéon c’era un tempo Le Condé, un piccolo caffè dove ogni sera erano soliti ritrovarsi per caso, per noia o per abitudine, giovani studenti, aspiranti scrittori e misteriosi avventori accomunati dal sospetto di un passato indicibile o dallo stesso sghembo destino. Ogni giorno uno di loro annotava su un quaderno i nomi e i soprannomi di tutti quelli che passavano di lì, scrivendo a fianco anche la data, l’ora e il tempo che ciascuno restava nel locale. Non c’è una ragione vera e propria, o tanto meno un desiderio di controllo, in questa registrazione puntuale, quanto piuttosto l’ineluttabile necessità di trovare dei punti fermi nella vita. Eppure ciò che resta, alla fine, sono tracce di vita inutili e insoddisfacenti nella loro esatta maniacalità.
Le Condé è una calamita che attrae tutti quelli che passano nelle sue vicinanze, o meglio è un luogo di confine, una frontiera, una pausa nella città, un porto che accoglie chi sta andando alla deriva e che decide, per un’ultima volta e per un tempo determinato, di ancorarvisi. Al centro di tutto c’è una ragazza misteriosa, chiamata (o meglio ribattezzata) Louki dagli altri avventori del locale. Louki è una di quelle donne che non appena entrano in una stanza e si siedono in un angolo catturano subito lo sguardo e l’attenzione di tutti. Una di quelle comparse che, in un film, catturano la luce prima e meglio degli stessi protagonisti. L’intero romanzo ruota intorno a lei, e pagina dopo pagina cerca di trovarla, definirla, identificarla. Per quattro volte si indaga la sua vita e quattro sono le voci che raccontano la sua storia. Alcuni degli uomini che parlano di lei semplicemente la cercano, altri la amano: per tutti la giovane incarna una stagione della vita e un desiderio irraggiungibile.
Louki, come quelli che la affiancano nel suo vagabondare in una Parigi ipnotica ed enigmatica, è uno straordinario personaggio senza radici che vive momento per momento, inventandosi diverse identità, rinascendo continuamente e fuggendo (fino alle più estreme conseguenze) per inseguire un presente perpetuo o, meglio, un Eterno Ritorno.

Altri libri diPatrick Modiano
Altri libri diNarrativa francese