Giulio Einaudi editore

La bellezza delle cose fragili

La bellezza delle cose fragili
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Tra il Ghana e gli Stati Uniti, tra Londra e la Nigeria, la storia dei modi semplici e devastanti in cui le famiglie si dividono. Ma anche la storia dei modi, ogni volta unici e miracolosi, in cui l'amore può colmare le distanze.

2015
Super ET
pp. 344
€ 13,00
ISBN 9788806224608
Traduzione di

Il libro

Kweku Sai è morto all’alba, davanti al mare della sua casa in Ghana. Quella casa l’aveva disegnata lui stesso su un tovagliolino di carta, tanti anni prima. Una casa che fosse contenuta in una casa piú grande – il Ghana, da cui era fuggito giovanissimo – e che, a sua volta, contenesse una casa piú piccola, la sua famiglia. Ma quella mattina Kweku è lontano dai suoi quattro figli e dalla moglie Fola. Tra loro, adesso, ci sono «chilometri, oceani, fusi orari (e altri tipi di distanze piú difficili da coprire, come il cuore spezzato, la rabbia, il dolore calcificato e domande che per troppo tempo nessuno ha fatto)». Perché il chirurgo piú geniale di Boston, il ragazzo prodigio che da un villaggio africano era riuscito a scalare le piú importanti università statunitensi, il padre premuroso e venerato, il marito fedele e innamorato, oggi muore lontano dalla sua famiglia? Un affresco potente e vertiginoso del mondo globalizzato in cui viviamo, il romanzo di una famiglia contemporanea, divisa tra rancori e speranze, convinta che l’unico modo per andare avanti sia quello di non guardarsi mai alle spalle.

Altri libri diAltre narrative