Giulio Einaudi editore

Arrangiati, Malinconico

Non avevo capito niente. Mia suocera beve. Sono contrario alle emozioni
Arrangiati, Malinconico
Non avevo capito niente. Mia suocera beve. Sono contrario alle emozioni
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Prendete la persona piú brillante che conoscete. Quella piú simpatica. Quella piú intelligente. Poi quella piú inconcludente, piú indecisa, piú insicura di sé. Mescolate bene, e avrete Vincenzo Malinconico.

2015
Super ET
pp. 768
€ 19,00
ISBN 9788806225780

Il libro

Semi-disoccupato, semi-divorziato, semi-felice, ma soprattutto avvocato d’insuccesso, nella vita Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. C’è solo una cosa che sa fare davvero (e senza che mai nessuno glielo chieda): filosofeggiare. Che giri per le strade di Napoli imbattendosi nelle sue miserie e nelle sue grandezze o si ritrovi a difendere un becchino di camorra, che assista a un tragicomico reality in un supermercato o entri nello studio di uno psicoterapeuta di cui si sente piú medico che paziente, Vincenzo ha sempre un pensiero per la testa. Anzi, una miriade di pensieri che lievitano e che, di deriva in deriva, prendono il largo passando dall’amore alla giustizia, dal senso della vita a Sharon Stone, dai frigoriferi che la sua nuova ragazza continua a riempirgli fino alle canzoni di Raffaella Carrà. E proprio mentre seguiamo il filo dei suoi pensieri sempre fuori tema e i suoi buffi tentativi di autoanalisi, ci accorgiamo che De Silva – con tre romanzi esilaranti e dalla scrittura folgorante – non ci racconta soltanto le vicende di un avvocato anomalo, ma ci porta in giro per un mondo e per una società incomprensibili, e che Malinconico è la lente da cui guardare, lo strumento per capire dove stiamo andando.