Giulio Einaudi editore

Diego De Silva

Diego De Silva
© Grazia Ippolito

Diego De Silva è nato a Napoli nel 1964. Presso Einaudi ha pubblicato il romanzo Certi bambini (2001), premio selezione Campiello, da cui è stato tratto il film omonimo diretto dai fratelli Frazzi. Sempre presso Einaudi sono usciti i romanzi La donna di scorta (2001), Voglio guardare (ultima edizione, ET Scrittori 2017), Da un'altra carne (2004 e 2009), Non avevo capito niente (2007 e 2010, Premio Napoli, finalista al premio Strega), Mia suocera beve (2010 e 2012), Sono contrario alle emozioni (2011 e 2013), Mancarsi (2013), il racconto Il covo di Teresa (2013, nella collana digitale dei Quanti),la pièce Casa chiusa, pubblicata con i testi teatrali di Valeria Parrella e Antonio Pascale nel volume Tre terzi, la trilogia Arrangiati, Malinconico (2013), che riunisce in un unico volume Non avevo capito niente, Sono contrario alle emozioni, Mia suocera beve), il romanzo Terapia di coppia per amanti (2015 e 2017), Divorziare con stile (2017 e 2019), e Superficie (2018). Suoi racconti sono apparsi nelle antologie Disertori, Crimini, Crimini italiani, Questo terribile intricato mondo. È fra gli autori di Scena padre (Einaudi 2013), Giochi criminali (Einaudi Stile Libero 2014, con Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni e Carlo Lucarelli) e Figuracce (Einaudi Stile Libero, 2014). Scrive anche per il cinema e collabora a «Il Mattino» e «L'Espresso». I suoi libri sono tradotti in molte lingue.

Titoli in listino
vedi tutti

Approfondimento

Diego De Silva «Certi bambini»

«Mai chiedere l’età a un romanzo»
leggi

Approfondimento

Diego De Silva «Superficie»

Un libro che gioca con la nostra stupidità e con la nostra intelligenza, fatto di frasi fulminee il cui accostamento produce cortocircuiti spiazzanti
leggi