Giulio Einaudi editore

La macchina della conoscenza

Come l'irrazionalità ha creato la scienza moderna
La macchina della conoscenza
Come l'irrazionalità ha creato la scienza moderna
estratto
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Un'indagine elegante e accessibile sulla natura del metodo scientifico».
Nigel Warburton

«Come nel caso de La struttura delle rivoluzioni scientifiche di Kuhn, la concisione e la semplicità di questo testo non possono nascondere l'audacia della sua concezione, la straordinaria portata della sua ambizione. È un libro molto importante, forse addirittura un grande libro».
David Wootton

2021
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. 368
€ 26,00
ISBN 9788806249847
Traduzione di

Il libro

È solo negli ultimi tre secoli che la formidabile macchina per la creazione di conoscenza che chiamiamo scienza moderna ha trasformato il nostro modo di vivere e la nostra visione dell’universo, ben duemila anni dopo l’invenzione della legge, della filosofia, del teatro e della matematica. Perché abbiamo impiegato cosí tanto tempo a inventare la scienza? E perché è cosí potente? La macchina della conoscenza offre una risposta radicale, mostrando come la scienza inviti da sempre gli scienziati a fare qualcosa di apparentemente irrazionale: devono spogliarsi di tutte le conoscenze precedenti – come convinzioni teologiche, metafisiche o politiche – per poi indirizzare tutte le loro energie nell’osservazione e nella sperimentazione, abbracciando dunque un metodo di ricerca irragionevolmente circoscritto e ben delimitato, ma che dai tempi di Newton e Bacone è la vera forza del successo della scienza. In un’epoca di cambiamenti climatici, nuove malattie e tecnologie in vertiginoso progresso, secondo Strevens abbiamo piú che mai la necessità di cogliere il funzionamento interno della nostra macchina della conoscenza.