Giulio Einaudi editore

Il sacco di Roma

1527
Il sacco di Roma
1527
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Che cosa è stato il Sacco di Roma compiuto nel 1527 dai lanzichenecchi e dalle altre truppe dell'imperatore Carlo V? La storiografia recente tende a descriverlo come un evento traumatico per la storia di Roma e della penisola italiana, ma non come una vera e propria frattura. Cosicché la data 1527 cessa di esser sinonimo di lacerazione e diventa un semplice riferimento cronologico utile, al piú, a scandire i tempi della periodizzazione storica.

2010
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XVI - 0
€ 30,00
ISBN 9788806204617
Traduzione di

Il libro

Con questo libro Chastel si contrappone polemicamente a tale orientamento e riafferma con forza, arricchendola di nuovi contenuti, I’interpretazione del sacco come frattura, data dai grandi storici del passato: da Guicciardini a Burckhardt. Una frattura che non risparmiò gli equilibri politici e sociali di Roma, ma si ripercosse soprattutto sulle tradizioni, sui costumi, sull’immagine e sulla spiritualità della capitale del mondo cristiano, spezzando letteralmente in due il corso della vita romana. In quest’opera i fatti sanguinosi, le predazioni di tesori, le distruzioni di opere d’arte, l’azione dei protagonisti, da Carlo V a Raffaello, da Lutero a Michelangelo, vivono in una ricostruzione d’insieme che dà luce alla storia e all’arte di un secolo.

Altri libri diAndré Chastel