Giulio Einaudi editore

Scritti

Copertina del libro Scritti di Leone Ginzburg
Scritti
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«L'antifascismo di Leone Ginzburg [...] era nutrito di quella cultura storica, umana e umanistica che permetteva di distinguere, senza possibilità di sbagliarsi, la civiltà dalla barbarie, i germi di progresso da quelli di decadenza, la durevole conquista dall'avventura, il pensiero dalla retorica».
Dalla Prefazione di Norberto Bobbio

2000
Biblioteca Einaudi
pp. LXXVI - 490
€ 29,00
ISBN 9788806155858
Introduzione a cura di
Prefazione a cura di

Il libro

Ritorna a trentacinque anni di distanza dalla prima edizione la raccolta degli scritti di Leone Ginzburg: testimonianza di una precoce, vivacissima intelligenza, e di un’eccezionale ampiezza di interessi – dalla letteratura russa a quella italiana, dalla storia politica dell’Europa dell’Ottocento alla storia dell’arte. Nella sua lucida e appassionata introduzione, qui ripubblicata, Norberto Bobbio tracciava un ritratto dell’amico di gioventú sottolineandone soprattutto il rapporto con l’eredità ideale, politica e letteraria di Piero Gobetti. Nella prefazione scritta appositamente per questa nuova edizione Luisa Mangoni ricostruisce, sulla base di una documentazione anche inedita, l’itinerario intellettuale di Leone Ginzburg e il suo originale contributo di organizzatore della cultura. «Il fascismo», scrive Luisa Mangoni, «condannandolo a due anni di galera, a due anni e mezzo di sorveglianza speciale che gli rese impossibile proseguire la sua attività pubblicistica, a tre anni di confino, alla morte per mano dei nazisti, gli ha sottratto per sempre una parte feconda dei suoi trentacinque anni di vita». Ma «è il caso di affermare che se il fascismo impedí a Ginzburg il pieno manifestarsi delle sue potenzialità di studioso, c’è un campo in cui la sua personalità ebbe tuttavia modo di esprimersi compiutamente: l’attività editoriale».

Altri libri diLeone Ginzburg
Altri libri diStoria contemporanea