Giulio Einaudi editore

L’industria della felicità

Come la politica e le grandi imprese ci vendono il benessere
L’industria della felicità
Come la politica e le grandi imprese ci vendono il benessere
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

L'industria della felicità è una scioccante e persuasiva messa in guardia dal nuovo dogma della nostra epoca: le nostre emozioni.

2016
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. 248
€ 20,00
ISBN 9788806229672
Traduzione di

Il libro

Perché durante il Forum economico mondiale di Davos un monaco buddista dava lezioni di consapevolezza e di tecniche di rilassamento a coloro che erano chiamati a decidere delle sorti dell'economia mondiale? Perché molte aziende di successo hanno manager responsabili della felicità dei dipendenti? Che cosa svela la composizione chimica del nostro cervello a un potenziale datore di lavoro? Negli ultimi dieci anni, i governi e le aziende sono sempre piú interessati a misurare lo stato di benessere delle persone: l'«indice di felicità», la «felicità nazionale complessiva», il benessere e la psicologia positiva dominano ormai i molti modi in cui costruiamo le nostre vite. Di conseguenza, le nostre emozioni sono diventate una nuova risorsa da conquistare, acquistare e vendere. In questa penetrante indagine, che mette insieme storia, scienza, sociologia e filosofia politica, William Davies dimostra come l'idea di benessere influenzi ogni aspetto delle nostre vite: il mondo degli affari, la finanza, il marketing, le tecnologie intelligenti e la percezione che abbiamo del nostro ruolo nella società. Questo libro ci mostra in una nuova luce molte cose: dal modo estremo in cui siamo indotti a vivere e lavorare al continuo ampliarsi delle definizioni di depressione, dal controllo sociale messo in atto dalla politica alla commercializzazione dei nostri sentimenti piú intimi.