Giulio Einaudi editore

Chi è cchiú felice ‘e me!

Copertina del libro Chi è cchiú felice ‘e me! di Eduardo De Filippo
Chi è cchiú felice ‘e me!
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Una critica della borghesia italiana scritta nel 1929

1979
Collezione di teatro
pp. 45
€ 6,20
ISBN 9788806123697

Il libro

Commedia in due atti scritta nel 1929, e rappresentata per la prima volta dalla compagnia «Teatro Umoristico i De Filippo» il 9 ottobre 1932 a Napoli, al Teatro Sannazzaro, Chi è cchiu felice ‘e me! ha – come ha sottolineato Fiorenza Di Franco – «il fondo delle vecchie farse sul tema tradizionale dell’infedeltà coniugale e della cecità del marito tradito. Ma l’accuratezza con cui vengono sottolineati i tratti del protagonista fanno pensare che Eduardo abbia voluto andare oltre alla presentazione caricaturale di un tipo. Mettendo in risalto l’individualismo di Vincenzo, la sua sete di meschina felicità, il suo isolarsi nel suo piccolo mondo, suggerisce una critica alla borghesia italiana – certamente non recepita all’epoca – che proprio con questo modo di concepire la vita ha permesso l’avvento del fascismo e il suo progressivo rafforzamento».

Altri libri diTeatro