Giulio Einaudi editore

La corsa del tempo

Liriche e poemi
La corsa del tempo
Liriche e poemi
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Ma io vi prevengo che vivo | per l'ultima volta. | Né come rondine, né come acero, | né come giunco, né come stella, | né come acqua sorgiva, | né come suono di campane | turberò la gente, | e non visiterò i sogni altrui | con un gemito insaziato.

1992
Collezione di poesia
pp. LV - 313
€ 17,50
ISBN 9788806126292
A cura di
Traduzione di

Il libro

La storia dell’opera achmatoviana è quella di una poesia che innova la lpropria tematica originaria, che rielabora notevolmete anche i suoi mezzi espressivi (…): il culto della ragione, visto come rifiuto di ogni visione teleologica, certezza che l’unico valore etico assoluto siano l’uomo e la sua dignità. La concezione di poesia è alta, ma anche limpida e sobria. L’ironia ora disincantata ora dolorosa calata così spesso su una calda materia di affetti; l’eleganza impeccabile; la spietata economia dei mezzi verbali: Soprattutto la divisione del verso come delicato equilibrio di contrari; rapporto organico fra tessuto immaginativo e tessuto fonico che riduce al massimo la necessità della metafora e di ogni altro ornatus poetico; elemento non opposto alla prosa, ma solo ben distinto da essa.

Altri libri diAnna Achmatova
Altri libri diPoesia