Giulio Einaudi editore

Der Tod in Venedig. La morte a Venezia

Copertina del libro Der Tod in Venedig. La morte a Venezia di Thomas Mann
Der Tod in Venedig. La morte a Venezia
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«So wußte und wollte denn der Verwirrte nichts anderes mehr, als den Gegenstand, der ihn entzündete, ohne Unterlaß zu verfolgen, von ihm zu träumen, wenn er abwesend war, und nach der Weise der Liebenden seinem bloßen Schattenbild zärtliche Worte zu geben».

«Cosí lo sconvolto innamorato non aveva piú altro pensiero che inseguire senza requie l'oggetto della sua passione, sognare di lui quando era assente, e, come sogliono gli amanti, rivolgere parole di tenerezza persino alla sua ombra».

2004
ET Classici
pp. L - 256
€ 11,20
ISBN 9788806170585
A cura di
Traduzione di

Il libro

In una Venezia estiva ammorbata dal colera l’inquieto Gustav von Aschenbach, famoso scrittore tedesco che ha costruito vita e opere sulla piú ostinata fedeltà ai canoni classici, si innamora della spietata bellezza del giovane Tadzio. Un unico gioco di sguardi, la vergogna della propria decrepitezza, la scelta estrema di imbellettarsi per nasconderla, sono i passi che scandiscono la vicenda. Mentre dalla laguna esala un’aria putrida e presaga di morte, la fascinazione impone all’artista un intimo abbandono a quella che diventa una sontuosa cerimonia, un teatro della catastrofe su cui si muovono lusinghiere ombre allegoriche. In questo romanzo breve del 1913 Thomas Mann esprime con ineguagliata perfezione psicologica e formale la crisi della grande cultura borghese, raggiungendo uno dei vertici della propria produzione letteraria.

Altri libri diThomas Mann
Altri libri diNarrativa tedesca