Giulio Einaudi editore

Quando lei era buona

Quando lei era buona
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

In questo romanzo tanto divertente quanto terrorizzante, assoluta protagonista è, caso unico nei romanzi di Philip Roth, una donna. Lucy Nelson reagisce alle ferite dell'infanzia con una rabbia ferocemente moralista: il suo desiderio di essere «buona», anzi di essere la piú buona di tutti, condurrà lei e chi la circonda al disastro.

2012
Supercoralli
pp. 312
€ 20,00
ISBN 9788806210861
Traduzione di

Il libro

Quando era ancora una bambina, Lucy
Nelson ha vissuto il fallimento di un padre
alcolizzato e violento che entrava e
usciva di prigione. Da allora ha sempre
cercato di correggere gli uomini intorno a
lei: anche se questo poteva voler dire sacrificare
se stessa nel tentativo.

Con i ritratti infallibili e precisi di Lucy
e di Roy, il marito infantile e sfortunato,
Roth ha creato un grande quadro della
vita americana e dei suoi sentimenti,
dei suoi desideri e dei suoi rancori, una
visione allo stesso tempo spietata e piena
di compassione.

Il terzo romanzo di Philip Roth, pubblicato
nel 1967 e proposto oggi in una nuova
traduzione, procede con la stessa ineluttabilità
della tragedia greca.

***

«Quando lei era buona è un passo avanti
rispetto alla maggior parte dei romanzi
usciti in questi anni. Roth è uno scrittore
serio, uno di quelli che volge le spalle alle
mode e alle aspettative, uno capace di
prendersi dei rischi. Per questo e per altri
motivi Roth è uno dei pochi scrittori di oggi
di cui valga la pena occuparsi in futuro».

Recensione originale del «New York Times»

***

«Una grande, poderosa tragedia, terribile come la vita».

Stanley Elkin

Altri libri diPhilip Roth