Giulio Einaudi editore

Natura morta con custodia di sax

Storie di jazz
Copertina del libro Natura morta con custodia di sax di Geoff Dyer
Natura morta con custodia di sax
Storie di jazz
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Per un po' mi sono domandato se non fosse doveroso segnalare i passi in cui prestavo ai personaggi frasi da loro effettivamente pronunciate nella realtà. Alla fine, attenendomi al principio che ha guidato tutte le altre mie scelte in questo lavoro, ho preferito evitarlo. È normale che i jazzisti si citino a vicenda nei loro assolo: avvertirlo o meno dipende dalla nostra competenza musicale. Qui capiterà la stessa cosa. In linea di massima considerate che quanto leggerete è stato inventato o modificato, non riportato. Per tutto il libro mi sono proposto di presentare i musicisti non com'erano ma come me li immagino e, ovviamente, fra le due versioni può esserci un abisso: piú che descrivere i musicisti in azione, ho cercato di proiettare a ritroso di trent'anni - fino al momento in cui la loro musica fu concepita - la mia esperienza di ascoltatore contemporaneo».

Geoff Dyer, Natura morta con custodia di sax

2013
Stile Libero Big
pp. X - 344
€ 15,00
ISBN 9788806212490

Il libro

Con una Nota discografica aggiornata di Luciano Viotto.

***

Nove leggende del jazz magistralmente ritratte insieme al loro mondo perduto.

Thelonious Monk che, incurante della baraonda intorno a lui, suona il Baby Steinway mezzo incastrato in cucina, con la schiena cosí vicina ai fornelli da rischiare di prendere fuoco. Lester Young perso, la notte, in una stanza d’albergo inondata dalla luce di un neon verde proveniente dalla strada. Charles Mingus che come una furia pedala al Greenwich Village attaccando briga con passanti e automobilisti e attraversando giornali, lattine vuote e cartacce sollevate dal vento. E poi Bud Powell, Duke Ellington, Chet Baker… Musicisti che hanno fatto la storia della musica jazz raccontati a partire da immagini, aneddoti e soprattutto dalla musica, in ritratti che sono veri e propri pezzi di virtuosismo narrativo.

***

«Questo libro è una vera e propria gemma».

Keith Jarrett

Altri libri diGeoff Dyer