Giulio Einaudi editore

Invisibile

Quando incontra Rudolf Born e Margot, la sua ragazza, Adam Walker è un pacifico studente di lettere della Columbia University. Ben presto però si trova coinvolto in un perverso triangolo e in uno sconvolgente atto di violenza che cambia il corso di tutta la sua vita.
Ambientato a New York, a Parigi e in una remota isola dei Caraibi, in un arco temporale che va dal 1967 al 2007, Invisibile è un romanzo sulla rabbia giovanile, sulla passione erotica, su un implacabile bisogno di giustizia.

2009
Supercoralli
pp. 228
€ 17,50
ISBN 9788806199708
Traduzione di

Il libro

«Ed ecco Invisibile, che per profondità e virtuosismo merita di richiamare schiere di nuovi convertiti accanto ai fedeli di sempre, tutti uniti in un unico coro di alleluia. Più che un ritorno agli antichi splendori, Invisibile può essere il miglior romanzo mai scritto da Auster. Da sempre il suo tema è “la storia ossessiva che si fa strada nella tua anima e diventa parte integrante del tuo essere”. Eccola, dunque, quella storia».

Kirkus Reviews

Nel 1967, Adam Walker ha vent’anni e studia a New York; la sua unica aspirazione è diventare poeta.
Durante una festa, conosce l’enigmatico e inquietante professore parigino Rudolf Born e la sua seducente fidanzata, Margot. Tra loro si instaura immediatamente un legame fatto di sottintesi, di cose dette e non dette: Rudolf sembra aver preso in simpatia il giovane e gli offre di ideare e curare una rivista letteraria che intende finanziare. Adam, dal canto suo, prova una forte attrazione per Margot con la quale, quando Born torna temporaneamente in Europa, si abbandona a cinque giorni di sesso. Scoperto il tradimento, Rudolf caccia Margot. Non mostra tuttavia risentimento nei confronti di Adam che, pur sconcertato da questa ambiguità, continua a frequentarlo: sino a quando, una sera, non assiste alla criminale esplosione della sua aggressività.
Tormentato dai sensi di colpa per non avere tempestivamente avvisato la polizia e consapevole di aver vissuto un’esperienza che lo segnerà per sempre, trascorre l’estate in città con la sorella Gwyn: complici le loro solitudini e i loro lutti, i due riallacciano le fila di un legame profondo che li unisce sin dall’infanzia.
All’inizio dell’autunno, Adam parte per Parigi, ufficialmente perché ha vinto una borsa di studio. Ma Parigi è anche la città in cui, sfuggendo alle autorità americane, è tornato a vivere Born: Adam sa bene che difficilmente potrà evitare di incontrarlo e che si dovrà così confrontare con la parte piú nera e imperscrutabile della propria anima.

Altri libri diPaul Auster