Giulio Einaudi editore

I grandi sognatori

I grandi sognatori
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«I grandi sognatori è un antidoto alla tentazione di dimenticare ciò che non vogliamo ricordare, ma - ancora piú importante - è anche un romanzo avvincente e di grande forza emotiva che racconta cosa significa vivere in tempi di crisi».
Michael Cunningham

2021
eBook
pp. 536
€ 10,99
ISBN 9788858436240
Traduzione di

Il libro

Chicago, 1985. Al giovane Yale Tishman non manca niente: ha un lavoro gratificante, una relazione stabile, un gruppo affiatato di amici. Ma il mondo intorno a lui sta crollando. La nuova epidemia di Aids si diffonde rapidamente anche a Chicago, e Yale assiste inerme alla sofferenza della sua comunità, legandosi sempre di piú alla sorella di un amico, Fiona. Trent’anni dopo Fiona segue le tracce della figlia scomparsa. La ricerca l’ha condotta a Parigi: qui, tra le avversità del presente, un inatteso incontro con i ricordi le darà l’occasione per riconciliarsi con il passato.

Arte, amore, amici: nella vivace Chicago degli anni Ottanta Yale Tishman sta gettando le basi per un prospero futuro. Grazie al nuovo impiego alla galleria Brigg della Northwestern University, accarezza piccoli grandi progetti, come l’acquisto di una bella casa da condividere con l’amato Charlie. Ma intorno a lui il mondo sta crollando. L’epidemia di Aids dilaga e nel 1985 una diagnosi di positività al virus equivale a una sentenza di morte. Il contagio non ha risparmiato la comunità gay di Chicago: da tempo Yale assiste impotente alla sofferenza di tanti amici che, oltre a lottare contro una malattia logorante, devono fronteggiare il disprezzo delle famiglie, lo sdegno della società, l’indifferenza delle istituzioni. Anche Nico, a cui Yale era molto legato, ne è rimasto vittima. Dopo la sua morte, Yale si affeziona alla sorella del ragazzo, Fiona, che ha sempre sostenuto Nico nonostante il dissenso dei genitori. Quando a una a una le certezze di Yale si sgretolano, sarà proprio Fiona a restargli accanto e a tenergli saldamente la mano durante la tempesta. Parigi, 2015. Fiona è saltata su un aereo per l’Europa appena ha ricevuto un video girato nella capitale francese in cui sua figlia Claire compare di sfuggita: la ragazza ha troncato i rapporti con lei e quella traccia è la sola speranza di ritrovarla. Qui Fiona è ospite di Richard Campo, un vecchio amico che ha lasciato Chicago, ora fotografo di fama internazionale. Tra rimpatriate e ricordi, quel soggiorno improvvisato si trasforma per Fiona in un viaggio nel tempo, tra le cicatrici del cuore e le ferite rimaste aperte dopo quegli anni funestati dall’epidemia di Aids. Ma sono anche i giorni della strage del Bataclan: come era stato per Yale, anche Fiona deve farsi coraggio per resistere in un presente ostile. E questa volta l’unico modo per riuscirci è riconciliarsi con il passato.

«Nella sua ampiezza e generosità, questo romanzo lascia intuire la portata del primo traumatico impatto con l’Aids, cosí come della rabbia e dell’amore che hanno fatto scudo contro di esso. I personaggi di Makkai sono prostrati ma non sconfitti e, anche dinanzi alla morte, rimangono fedeli ad amicizia, desiderio e alla travolgente, incontenibile vita. Ho molto amato questo libro».
Garth Greenwell