Giulio Einaudi editore

Città della pianura

Copertina del libro Città della pianura di Cormac McCarthy
Città della pianura
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Ogni tanto qualche scrittore riesce a cambiare le carte in tavola. A creare nuovi paesaggi. A scrivere libri che sono mondi radicalmente inediti, spalancando la geografia della scrittura: uno di questi è McCarthy».
Alessandro Baricco

2010
eBook
pp. 344
€ 6,99
ISBN 9788858400678
Traduzione di

Il libro

Primi anni Cinquanta. John Grady Cole e Billy Parham lavorano in un ranch fra il Texas e il Messico. Insieme allevano cavalli, ascoltano sotto le stelle i racconti dei vecchi cowboy, si divertono al bar o al bordello. E al bordello John Grady incontra una sedicenne cosí bella da cambiargli la vita. Cosí contesa da costringerlo a scontrarsi con il protettore-filosofo Eduardo, in un duello allo stesso tempo epico e metafisico.
Ultimo capitolo della «trilogia della frontiera», Città della pianura parte dove arrivavano i primi due romanzi, Cavalli selvaggi e Oltre il confine. In un West sempre piú al crepuscolo, la natura esplode fuori e dentro i protagonisti, splendida e spietata. E se percepire il respiro delle cose, restituirlo nella forma di una superiore sapienza, è privilegio di pochi, nemmeno quei pochi possono cambiare gli eventi: possono soltanto far sentire la misteriosa forza che tiene insieme gli alberi, gli animali e i destini degli uomini.

Altri libri diCormac McCarthy