Giulio Einaudi editore

L’ebreo che ride

L'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle
Copertina del libro L’ebreo che ride di Moni Ovadia
L’ebreo che ride
L'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Dio ride.
Ed essendosi sconsideratamente eletti come suo popolo, gli ebrei non possono che ridere di se stessi.

2014
eBook
pp. 232
€ 6,99
ISBN 9788858414378

Il libro

La grande tradizione dell’umorismo ebraico ha trovato in Moni Ovadia una voce inconfondibile. Come scrisse Giovanni Raboni, «ci sarebbe impossibile ormai fare a meno di tutto ciò che Ovadia è riuscito in pochi anni a renderci, da remoto e straniero che era, famigliare e quasi nostro».
Il mondo che Ovadia attraversa nei suoi spettacoli, con la leggerezza e il pathos di un moderno cantastorie, viene in questo libro raccontato nella sua genesi e nel suo significato. Variando tra il racconto sapienziale talmudico e il fulminante motto di spirito, tra I’excursus storico sullo shtetl e le storielle sulle ineffabili nevrosi materne della yiddish mame trapiantata a New York, Ovadia ci guida alla scoperta di un umorismo profondamente dialettico che racconta la precarietà e la naturale diversità di un popolo che nasce esiliato da se stesso e dagli altri, che coltiva le proprie radici senza una terra in cui riconoscersi. Mostrando il legame inestricabiie tra il riso ebraico e il divino, Ovadia mette in luce l’irresistibile carica anarchica e liberatrice dell’umorismo yiddish.
Un umorismo che scardina l’intero patrimonio di certezze, di ideologie, di pregiudizi, in cui una comunità riconosce se stessa.

Altri libri diMoni Ovadia