Giulio Einaudi editore

La solitudine dell’ala destra

Storia poetica del calcio mondiale
Copertina del libro La solitudine dell’ala destra di Fernando Acitelli
La solitudine dell’ala destra
Storia poetica del calcio mondiale
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Anche il calcio ha ora il suo canzoniere: Acitelli ha raccontato 185 giocatori che hanno fatto la storia del football e di ognuno ha eseguito un ritratto in rapidi, efficacissimi versi. Si va dai dagherrotipi dei pionieri in mutandoni larghi alle foto già ingiallite dei protagonisti della Coppa Rimet alle nitide cartoline dei contemporanei. È la storia poetica e struggente di un manipolo di eroi che hanno trovato, accanto all'album delle figure Panini, un altro luogo, fatto di parole, per restare tra noi.

1998
Stile Libero
pp. 218
€ 7,75
ISBN 9788806147655

Il libro

«Dalle ceneri, dall'analfabetismo pieno di presagi, tra la ganga, si affacciano gemme piú o meno stente e di inusitati colori. Ora, nel silenzio, ecco l'allegro canzoniere di Fernando Acitelli, che prova a dare un calcio al pallone per mandarlo nell'orto accanto, dove un tempo si coltivava la poesia. Come Ferraris IV, come Amedeo Amadei, come Juan Alberto Schiaffino, maghi del nulla, eroi di tutti» (Vincenzo Cerami). «Outsider mandato in campo a freddo, Acitelli affronta da solo un'interminabile squadra di calcio, dove i campioni anziché bisticciare convivono, eterni, necessari l'uno all'altro; e tutti li salta con grazia, a ognuno riservando il gesto che lo ha consegnato alla storia: una finta a sbalordire Garrincha, un tunnel a Sivori, uno stacco metafisico a superare Pelé, e poi in pressing a toglier palla a Cruijff, un tocco invisibile a beffare Gerd Müller. La solitudine dell'ala destra è poesia, sí, e di quella vera, ma è anche la piú fantastica azione personale che si possa immaginare» (Sandro Veronesi).