Giulio Einaudi editore

Il velo di Iside

Storia dell'idea di natura
Copertina del libro Il velo di Iside di Pierre Hadot
Il velo di Iside
Storia dell'idea di natura
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Un libro bellissimo. Tutti lo possono leggere: storici della filosofia e del costume, scienziati della natura, uomini religiosi, scrittori, pittori, e quei lettori vaganti ed amabili che balzano da Montaigne a Leopardi, da Tolstoj a James come se cambiassero cavallo».

Pietro Citati

2006
Biblioteca Einaudi
pp. XVIII - 350
€ 28,00
ISBN 9788806172350
Traduzione di

Il libro

A partire dall’esegesi di una celebre sentenza di Eraclito («La Natura ama nascondersi»), Pierre Hadot ripercorre l’intera storia dell’idea di natura, dall’antichità alla fine dell’età moderna, dai presocratici a Heidegger e Wittgenstein. Nel corso di venticinque secoli, l’aforisma eracliteo ha espresso e al contempo influenzato la disposizione dell’uomo nei confronti della natura: a un atteggiamento prometeico (l’uomo deve impossessarsi della natura per domarla e trasformarla) si oppone un’attitudine orfica (solo il poeta o l’artista possono sollevare il velo dei misteri della natura). Di volta in volta, il frammento di Eraclito è servito a spiegare le difficoltà della scienza; a giustificare l’esegesi allegorica dei testi biblici o a difendere il paganesimo; a criticare la violenza fatta alla natura dalla meccanizzazione del mondo; a spiegare l’angoscia dell’uomo moderno per il suo essere-nel-mondo. Seguendo le tracce della figura di Iside nell’iconografia e nella letteratura, Hadot esplora le implicazioni filosofico-culturali di un’espressione ancora oggi misteriosa, e delinea una vera e propria storia del rapporto tra uomo e natura.

Premio Centre Pompidou per la filosofia 2004.

Altri libri diPierre Hadot