Giulio Einaudi editore

Estetica

Il manoscritto della «Bibliothèque Victor Cousin»
Estetica
Il manoscritto della «Bibliothèque Victor Cousin»
estratto
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

La trascrizione di un corso di estetica di Hegel: non solo un modo semplice e diretto per avvicinarsi al pensiero estetico del grande filosofo tedesco, ma anche la possibilità di scoprire alcune sue considerazioni inedite.

2017
Piccola Biblioteca Einaudi. Classici
pp. XLIV - 168
€ 18,00
ISBN 9788806225452
A cura di
Traduzione di
Introduzione a cura di

Il libro

Si può senz’altro affermare, riprendendo autorevoli giudizi, che ancora oggi l’Estetica di Hegel costituisce la riflessione piú profonda e completa che l’Occidente abbia prodotto sul fenomeno dell’arte. Si tratta, però, di un capolavoro incompiuto. Il filosofo svevo, infatti, non riuscí a portare a termine il disegno di un’opera di filosofia dell’arte, a cui pure lavorava, come attestano i suoi corsi universitari, fin dal 1818. Sarà uno dei suoi allievi, Heinrich Gustav Hotho, a pubblicare postuma l’Estetica hegeliana. Il testo che qui si offre al pubblico italiano, decisamente piú agile rispetto all’opera maggiore, è la traduzione di un quaderno di appunti di un corso completo di estetica tenuto da Hegel a Berlino nel 1822-23, e ritrovato tra le carte del filosofo e storico della filosofia francese Victor Cousin. Il suo carattere compendiato, ma, allo stesso tempo, puntuale e rigoroso nel restituirci la riflessione del grande filosofo nel vivo del suo prodursi, fa di questa nuova, «piccola» Estetica un’importante fonte per gli studiosi di filosofia e teoria dell’arte, e per quanti desiderano avvicinarsi per la prima volta alle idee estetiche di Hegel.

Altri libri diFilosofia moderna