Giulio Einaudi editore

Trattato dell’efficacia

Trattato dell’efficacia
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

In questo saggio raffinato e brillante, il filosofo François Jullien ci invita a ripensare i fondamenti nascosti della nostra dimensione culturale che, dal serrato confronto con la tradizione piu enigmatica e ineffabile del pensiero orientale, risalta secondo una prospettiva inedita in tutta la sua pienezza e intima precarietà.

1998
Biblioteca Einaudi
pp. X - 240
€ 21,00
ISBN 9788806150396
Traduzione di

Il libro

Che cosa significa la parola efficacia? Che cosa intendiamo quando diciamo che un’azione è efficace? Ed efficace rispetto a cosa? La tradizione europea non è mai riuscita, neppure attraverso i suoi grandi pensatori realisti (Aristotele, Machiavelli, Clausewitz), a rispondere in termini convincenti a queste domande se non ricorrendo all’intervento provvidenziale del divino, o alla Fortuna, o infine all’eroismo dell’exploit individuale. A questa difficoltà teoretica, le cui vastissime implicazioni trascendono lo specifico terreno della storia della filosofia per coinvolgere l’immediato rapporto dell’individuo con il reale, si contrappone il concetto cinese di strategia. Per gli antichi maestri orientali di strategia si trae il risultato voluto dal potenziale insito nella situazione e non da un piano elaborato in astratto al quale tentare di uniformare la prassi, dalla lettura attentissima del contesto e non dalla separazione in mezzi e fini, dall’adesione all’incessante trasformazione del reale e non dallo strenuo sforzo di modificazione dello stesso. Cogliere al volo quell’occasione cosl cara all’Occidente sempre avido di dramma e spettacolarizzazione, non è piú, allora, che l’esito naturale di una propensione naturale delle cose, e come non c’è generale piú grande di quello che ottiene vittorie talmente facili da non meritare la lode, cosí non c’è battaglia piú gloriosa di quella che non viene neppure combattuta.

Altri libri diFrançois Jullien