Giulio Einaudi editore

L’immaginario

Copertina del libro L’immaginario di Jean-Paul Sartre
L’immaginario
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Una pietra miliare nel panorama della fenomenologia del XX secolo.

2007
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XL - 334
€ 21,00
ISBN 9788806161088
A cura di

Il libro

L’immaginario di Jean-Paul Sartre – pubblicato nel 1940 – è ancora oggi un testo di grande originalità. Concepito assieme a L’immaginazione, l’altro saggio dedicato all’immagine, costituisce una pietra miliare nel panorama della fenomenologia del XX secolo e, piú estesamente, delle teorie contemporanee dell’immaginario. Sulla scorta delle indagini degli anni universitari e degli approfondimenti della fenomenologia compiuti durante un soggiorno a Berlino, Sartre riprende autonomamente i cardini del pensiero di Husserl e imbocca un cammino che lo porta a una nuova definizione della coscienza nei suoi rapporti con l’immagine. La tesi radicale di questo saggio denso e meditato è quella dell’incommensurabilità di percezione e immaginazione, nodo teorico che permette a Sartre di ridefinire la natura della coscienza immaginativa e dell’immagine quale oggetto irreale. Andando oltre Husserl, Sartre conferisce cosí alla coscienza immaginativa uno statuto nuovo e piú originario rispetto alla percezione. Questo gesto filosofico è gravido di conseguenze: da una parte viene aperta la strada a una considerazione della vita immaginaria fin nelle sue molteplici manifestazioni (dal sogno all’opera d’arte), attraverso il territorio oscuro dei rapporti tra l’immagine e il pensiero; dall’altra vengono poste le basi di una teoria della libertà dell’immaginario e di un’estetica sui generis che si realizzeranno compiutamente negli scritti filosofici e letterari caratterizzanti, nel secondo dopoguerra, la grande stagione dell’esistenzialismo francese.

Altri libri diJean-Paul Sartre