Giulio Einaudi editore

Il libero arbitrio

Una realtà contestata
Il libero arbitrio
Una realtà contestata
estratto
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

I filosofi hanno discusso per secoli sull'esistenza e sulla natura del libero arbitrio. Oggi, molti studiosi di orientamento scientifico negano che esista, contestando in particolare che si possa scegliere tra possibilità alternative. Se le leggi della fisica regolano tutto ciò che accade, come possono le nostre scelte essere libere? Chi crede nel libero arbitrio sarebbe dunque ingannato dall'abitudine, da una convinzione o da una dottrina religiosa.

2020
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. 232
€ 21,00
ISBN 9788806245535
Traduzione di

Il libro

Questo libro sfida l’ortodossia scientifica, e propone una nuova e accorata difesa del libero arbitrio impugnando gli stessi criteri naturalistici che di solito vengono impiegati per confutarlo. Christian List ammette che il libero arbitrio, insieme ai suoi prerequisiti – intenzionalità, possibilità alternative, controllo causale sulle nostre azioni -, non fa parte della fisica, e sostiene che esso vada invece considerato un fenomeno di «livello superiore», appartenente all’ambito della psicologia. È uno di quei fenomeni che, pur emergendo dai processi fisici, al pari di un ecosistema o dell’economia, resta autonomo da essi. Quando il libero arbitrio viene contestualizzato in modo corretto, ammettere che è reale non solo è scientificamente onesto, ma diventa indispensabile per spiegare il nostro mondo.