Giulio Einaudi editore

Storia dell’architettura italiana.1985-2015

Storia dell’architettura italiana.1985-2015
estratto
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Cos'è successo all'architettura italiana dal 1985 a oggi? Per la prima volta Marco Biraghi e Silvia Micheli delineano un quadro storico e forniscono un bilancio dello stato della disciplina nell'Italia degli ultimi tre decenni sulla scorta di presupposti politici, economici e culturali ampiamente rinnovati rispetto al passato: sullo sfondo la cultura dell'eccesso degli anni ottanta, la vicenda di Tangentopoli, gli anni del berlusconismo, l'epoca della crisi finanziaria.

2013
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XXII - 401
€ 34,00
ISBN 9788806207021

Il libro

Tale lettura prende in considerazione, oltre all’opera dei maestri Vittorio Gregotti, Aldo Rossi e Renzo Piano, quella dei nuovi protagonisti della cultura architettonica italiana, tra cui Massimiliano Fuksas, Italo Rota, Cino Zucchi, Mario Cucinella, Stefano Boeri e Pier Vittorio Aureli. L’analisi procede per «temi» e «problemi», quali la presenza degli architetti italiani nel mondo, il contributo degli architetti stranieri in Italia, il ruolo dei concorsi, la trasformazione della professione, il ritorno della teoria e il senso dell’insegnamento della progettazione. Inoltre, un’imprevedibile costellazione di «casi virtuosi» si rivela a un’osservazione attenta del nostro Paese: edifici spesso marginali e in apparenza «minori», che tuttavia mostrano di saper interpretare responsabilmente il proprio ruolo. Un tema su tutti taglia trasversalmente il libro, disvelandone la duplice natura investigativa: quello dell’identità dell’architettura italiana; un problema ripropostosi insistentemente proprio a partire dagli anni ottanta, allorché l’agenda dell’architettura del nostro Paese ha aggiornato i propri obiettivi rispetto ai due «gloriosi» decenni precedenti.

Altri libri diArchitettura