Giulio Einaudi editore

La notte del Getsemani

La notte del Getsemani
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Il bacio di Giuda, le lacrime di Pietro, la fuga dei discepoli, sudore e sangue, l'abbandono del padre, l'assoluta solitudine, la preghiera. La notte del Getsemani è la notte dell'uomo.

«Il centro della notte del Getsemani si rivela, nella sapiente e appassionata lettura di Recalcati, una grande metamorfosi che può riguardare tutti gli esseri umani».
Enzo Bianchi

2020
Super ET
pp. 104
€ 10,00
ISBN 9788806245634

Il libro

Il bacio di Giuda, le lacrime di Pietro, la fuga dei discepoli, sudore e sangue, l’abbandono del padre, l’assoluta solitudine, la preghiera. La notte del Getsemani è la notte dell’uomo.

Secondo il racconto dei Vangeli, Gesú, dopo l’Ultima Cena, si ritira nei pressi di un piccolo campo poco fuori Gerusalemme: è il Getsemani, l’orto degli ulivi. Alla testa di un gruppo di uomini armati, arriva Giuda che indica Gesú ai soldati baciandolo. Questo bacio è divenuto il simbolo dell’esperienza straziante del tradimento e dell’abbandono. Ma anche i suoi discepoli e Pietro stesso, il piú fedele tra loro, tradiscono il Maestro lasciandolo solo. Nella notte del Getsemani non c’è Dio, ma solo l’uomo. È lo scandalo rimproverato a Gesú: aver trascinato Dio verso l’uomo.

La notte del Getsemani è la notte dove la vita umana si mostra nella sua piú radicale inermità. In primo piano c’è l’esperienza dell’abbandono assoluto, della caduta, della prossimità irreversibile della morte e della preghiera. La notte del Getsemani è la notte dell’uomo, ma è anche la storia della fine che può generare un nuovo inizio.

«Il centro della notte del Getsemani si rivela, nella sapiente e appassionata lettura di Recalcati, una grande metamorfosi che può riguardare tutti gli esseri umani».

Enzo Bianchi MASSIMO RECALCATI, psicoanalista tra i piú noti in Italia, è membro analista dell’Associazione lacaniana italiana di psicoanalisi. Dirige l’IRPA (Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata) e nel 2003 ha fondato Jonas Onlus (Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi). Scrive sul quotidiano «la Repubblica» e insegna all’Università di Pavia e di Verona. È autore di numerosi libri, tradotti in diverse lingue, tra cui L’uomo senza inconscio (2010), Cosa resta del padre? (2011), Il complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre (2013), L’ora di lezione. Per un’erotica dell’insegnamento (2014), Le mani della madre. Desiderio, fantasmi ed eredità del materno (2015), Il segreto del figlio. Da Edipo al figlio ritrovato (2017), I tabú del mondo (2017, Premio 12 Apostoli), A libro aperto (2018), Mantieni il bacio (2019) e di una monografia in due volumi su Jacques Lacan (2012, 2015).

Altri libri diMassimo Recalcati
Altri libri diReligione