Copertina

Wu Ming


Giap!

Tre anni di narrazioni e movimenti


2003
Stile libero
pp. XXII - 308
€ 13,00
ISBN 9788806165598

«Nulla di ambiguo, come vedete. Scrivo per far cadere la pioggia. Scrivo per bandire le guerre. Parole per scacciare i fantasmi, per riempire il ventre, per dichiarare senza paura ciò che si ama e si odia». Il racconto di tre anni che hanno cambiato il mondo.

Il libro

Pagine di diario, proclami, racconti, transiti, metamorfosi, paradossi. Giap! raccoglie parte del lavoro narrativo e mitologico del collettivo Wu Ming tra il 2000 e il 2003, dalla «battaglia di Seattle» alle grandi manifestazioni planetarie contro la guerra in Iraq. Tre anni di rinascita dei movimenti, di estensione delle reti, di cedimento strutturale dell'ordine del mondo, di profonda trasformazione antropologica. Wu Ming, officina di romanzi tradotti in tutto il mondo, è nato all'esplodere di queste lotte. Come un parto in acqua: bisogna subito nuotare.
I cinque scrittori si sono gettati a capofitto negli eventi, armati di taccuino o registratore, ricorrendo alle tecniche del proprio «sapere pratico» di artigiani/cantastorie, rimbalzando dal racconto satirico a un giornalismo passionale e picaresco, da interviste-fiume a presentazioni di libri che sfociavano in lunghe assemblee, piroettando dal Chiapas a Genova passando per Praga, da Tel Aviv al Forum sociale di Firenze fino ai piú sperduti paesini della provincia italiana. Il loro principale strumento di comunicazione è stato ed è «Giap», bollettino telematico redatto in diverse lingue e ricevuto da migliaia di iscritti/e, divenuto un vero e proprio forum dove scrittori e lettori comunicano senza barriere, confrontandosi sulla scrittura collettiva e la coralità del narrare, sui rapporti tra letteratura e vita, sulle intersezioni tra Storia e mito.
Tommaso De Lorenzis ha selezionato e montato i testi di Wu Ming pubblicati su «Giap» o sul sito del collettivo, dividendoli in sezioni tematiche e facendoli precedere da un saggio introduttivo. Qualcosa di piú di un'antologia o di uno zibaldone, perché quello che si forma è un lungo racconto, di quelli che si fanno tutti insieme, a staffetta, intorno al fuoco. Il tentativo di narrare i miti di un'epoca ancora tanto rovente da sciogliere le suole e scottare i piedi.

Il sito ufficiale di Wu Ming wumingfoundation.com

Commenti

Non ci sono ancora commenti per questo titolo. Se vuoi, inserisci tu il primo.

scrivi il tuo commento
 
Condividi

SEGNALA A UN AMICO
PARLA DEL LIBRO NEL TUO BLOG