Giulio Einaudi editore

Il secondo libro dell’ignoranza

Tutto quello che credevate di sapere è (ancora) sbagliato
Il secondo libro dell’ignoranza
Tutto quello che credevate di sapere è (ancora) sbagliato
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Quando abbiamo realizzato il primo Libro dell'ignoranza nel 2006 - aiutati dai valorosi e infaticabili Elfi di QI - eravamo convinti di aver scavato la Montagna dell'ignoranza fino ad esaurirla, consumandone le risorse per sempre. Nulla poteva essere piú lontano dalla verità».

John Lloyd, John Mitchinson, Il secondo libro dell'ignoranza

***

Siete convinti che il primo volo in aeroplano l'abbiano fatto i fratelli Wright?
Che Napoleone fosse un tappo?
E che le arance - basta il nome - siano arancioni?
O che i pipistrelli siano ciechi?

Bè, vi sbagliate di grosso.

2012
Stile Libero Extra
pp. XIV - 278
€ 17,50
ISBN 9788806211004
Traduzione di
Introduzione a cura di

Il libro

Dopo Il libro dell’ignoranza e Il libro dell’ignoranza sugli animali, tradotti in ventisei lingue e best-seller anche in Italia, un nuovo prontuario contro le chiacchiere e le leggende metropolitane che scambiamo per verità.

***

John Lloyd e John Mitchinson continuano nella loro nella intelligente, scoppiettante opera di demolizione dei falsi miti e dei luoghi comuni. Ancora una volta, avrete modo di scoprire che molte cose sono diverse non solo da come sembrano, ma addirittura da come pensavate che fossero. Verrete a sapere che certo l’acqua del Mar Morto è molto salata, ma non la piú salata sulla Terra. O che contare le pecore serve a tutto, fuorché ad addormentarsi. Troverete finalmente la risposta alla domanda se sia nato prima l’uovo o la gallina. E apprenderete con sgomento che la vita eterna, ebbene sí, esiste. Graffianti come sempre e documentati come sempre, «i due John» ci aprono le porte di un paese delle meraviglie in cui la storia, la geografia, la scienza – insomma, il Sapere – si prende la rivincita su supposizioni e leggende; dimostrandosi, oltretutto, la piú divertente delle avventure.