Giulio Einaudi editore

Varlam Salamov

Varlam Salamov (Vologda, 1907 - Mosca,1982), figlio di un pope, lasciò la famiglia per studiare Giurisprudenza all'Università di Mosca. Dal 1927 svolse attività d'opposizione al regime staliniano, fu arrestato e deportato per la prima volta in un campo di lavoro a nord dell'Ural. Liberato nel 1932, tornò a Mosca, dove intraprese l'attività giornalistica, scrisse poesie e racconti, ma nd 1937 fu nuovamente arrestato e deportato nella Kolyma, in Siberia. Liberato 17 anni piu tardi, fece ritorno a Mosca. Fu riabilitato nel 1957 e da allora venne autorizzata in Russia solo la pubblicazione di qualche breve raccolta di poesie. Solo alla fine degli anni Ottanta, dopo la sua morte, le opere di Salamov hanno cominciato ad essere pubblicate in patria. Presso Einaudi sono usciti I racconti di Kolyma (1999, «I millenni» ed «ET Scrittori»).

Titoli in listino