Copertina

Charles Darwin


L'origine delle specie

Abbozzo del 1842. Lettere 1844-1858. Comunicazione del 1858


2009
ET Classici
pp. XVIII - 122
€ 9,50
ISBN 9788806196448

A cura di Telmo Pievani
Traduzione di Isabella C. Blum

«Vi è qualcosa di semplicemente grandioso nel fatto che..., attraverso il processo della graduale selezione di cambiamenti infinitesimi, siano evolute innumerevoli forme, bellissime e meravigliose».

Il libro

L'idea che le specie fossero il risultato di un lungo processo di trasformazione si presentò a Darwin a partire dal 1832, durante il viaggio sul Beagle, e si concretizzò nell'immagine dell'albero della vita tracciata nei Taccuini della trasmutazione poco dopo il ritorno. Ma solo nel 1842, per la prima volta, il naturalista scrisse «un brevissimo riassunto», un abbozzo della sua teoria dell'evoluzione, che troverà la stesura completa diciassette anni dopo nella sua opera fondamentale, L'origine delle specie. Proposizioni suggestive ma secche, fatti appena accennati, passi sintetici ma ricchi di informazioni rendono questo testo un'ottima introduzione al pensiero darwiniano.

L'Abbozzo è completato dalla comunicazione del 1858 di Charles Darwin e Alfred R. Wallace alla Linnean Society e da alcune lettere private di Darwin, dove lo scienziato spiega i punti salienti della sua teoria ma anche le ragioni che lo inducono a non renderla nota.

Commenti

Non ci sono ancora commenti per questo titolo. Se vuoi, inserisci tu il primo.

scrivi il tuo commento
 
Condividi

SEGNALA A UN AMICO
PARLA DEL LIBRO NEL TUO BLOG