Giulio Einaudi editore

La nazione del Risorgimento

Parentela, santità e onore alle origini dell'Italia unita
La nazione del Risorgimento
Parentela, santità e onore alle origini dell'Italia unita
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Il Risorgimento fu la rinascita della nazione italiana, l'epopea di una comunità oppressa che, finalmente, si risvegliava e rivendicava i propri diritti. Ma, a quell'epoca, cosa fosse effettivamente la nazione italiana era una questione che lasciava in dubbio perfino numerosi intellettuali che iniziarono a difenderne i diritti politici. Chiunque avesse guardato con attenzione alla realtà non avrebbe faticato a riconoscere che la nazione italiana non aveva alcuna radice nell'esperienza di molti di coloro che vivevano nelle piú diverse parti della penisola. La nazione, dunque, non fu nient'altro che una costruzione retorica, dotata però di una straordinaria forza comunicativa, tale da convincere molti dell'esistenza di una comunità che, in effetti, non esisteva affatto.

2011
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XIV - 228
€ 22,00
ISBN 9788806208202

Il libro

La nazione del Risorgimento esplora questa sorprendente operazione; ricostruisce i meccanismi attraverso i quali un pugno di intellettuali di inizio Ottocento narrarono la nazione; descrive i simboli, le immagini, le figure e i valori cui ricorsero per sollecitare la militanza patriottica; esamina la ricezione dei loro testi da parte di coloro che aderirono al movimento risorgimentale; cerca, insomma, di spiegare perché giovani e agiati signori decisero di farsi patrioti, rischiando la prigione, l’esilio, la vita. Gran parte del successo degli intellettuali nazional-patriottici nacque dall’utilizzazione di simboli e figure che appartenevano già ad altre tradizioni discorsive: la tradizione cristiana, con i simboli del martirio, del sacrificio, della purezza; la tradizione cetuale, con i valori dell’onore, della castità e del coraggio; la tradizione delle relazioni parentali, che suggerí l’idea della nazione-madre o della comunità nazionale come comunità di fratelli.

Altri libri diAlberto Mario Banti
Altri libri diStoria contemporanea