Giulio Einaudi editore

La liberazione dei campi

La fine della Shoah e le sue eredità
La liberazione dei campi
La fine della Shoah e le sue eredità
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Il lento, e spesso impossibile, ritorno alla vita delle migliaia di superstiti dei campi di sterminio nazisti.
Una pagina poco conosciuta di una terribile tragedia, raccontata con profonda comprensione e pietà umana.

2017
La Biblioteca
pp. XXXIX - 312
€ 30,00
ISBN 9788806233563
Traduzione di

Il libro

Quando i martoriati prigionieri dei campi di concentramento e di sterminio furono liberati, l’orrore delle atrocità naziste venne alla luce per intero. A stento si può immaginare l’enorme sollievo provato in quel momento dai prigionieri. Tuttavia, per chi era sopravvissuto all’inimmaginabile, l’esperienza della liberazione fu un lento e sfibrante percorso di ritorno alla vita. In questa indagine senza precedenti sui giorni, mesi e anni successivi all’arrivo delle forze alleate nei campi nazisti, uno dei piú importanti storici dell’Olocausto utilizza fonti archivistiche e testimonianze dirette, scritte e orali, per raccontare le nuove odissee che i prigionieri liberati dovettero affrontare e le grandi difficoltà incontrate da chi li liberò nel tentativo di ridare un senso alle loro vite in frantumi. Dan Stone si concentra sui sopravvissuti: sul loro senso di colpa, sullo sfinimento, le paure, la vergogna che provavano per essere ancora vivi e il devastante dolore per i famigliari perduti, sugli enormi problemi di salute, e sulle loro successive richieste di abbandonare i campi sfollati per insediarsi in altri Paesi. L’autore non descrive soltanto gli sforzi che i liberatori (russi, inglesi, americani e canadesi) dovettero affrontare per soddisfare i bisogni immediati dei superstiti, ma prende anche in considerazione i problemi a lungo termine che influenzarono il mondo del dopoguerra, primo baluginare dell’imminente guerra fredda.

Altri libri diStoria contemporanea