Giulio Einaudi editore

La Cina del Novecento

Dalla fine dell'Impero ad oggi
Copertina del libro La Cina del Novecento di Guido Samarani
La Cina del Novecento
Dalla fine dell'Impero ad oggi
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Dalla fine del millenario Impero Celeste attraverso la Cina del Novecento: un percorso storico complesso ma affascinante, ricco di successi e di drammi, da Sun Yat-sen ai «signori della guerra», da Chiang Kai-shek a Mao Zedong, da Deng Xiaoping a Jiang Zemin e Hu Jintao, dal miracolo economico della Cina popolare alle realtà diverse di Taiwan e Hong Kong.

2004
Biblioteca di cultura storica
pp. XXIV - 434
€ 36,00
ISBN 9788806171889

Il libro

L’ingresso nel nuovo secolo è stato accompagnato, com’era lecito attendersi, da profonde riflessioni e ampi dibattiti circa il secolo trascorso, evidenziandone il significato generale e le caratteristiche principali, le vittorie e le sconfitte, i progressi e le immani tragedie. Le considerazioni e le riflessioni su che cosa abbia rappresentato il Novecento nell’ambito della storia dell’umanità si sono ovviamente saldate a previsioni e ipotesi sul futuro del mondo, sulle sfide vitali da affrontare e sui problemi urgenti da risolvere.
Per la Cina, intesa nel suo insieme, il Novecento è stato molte cose: guerra e pace, lotta contro la miseria e l’arretratezza e per lo sviluppo e la modernizzazione, sforzo per recuperare l’identità perduta e per forgiarne una nuova, impegno per la rinascita della nazione cinese e per un suo ruolo centrale in ambito regionale e internazionale. Tuttavia, il Novecento è stato innanzitutto il «secolo repubblicano». In effetti, il XX secolo ha visto precipitare e giungere al suo culmine la crisi, iniziata nel secolo precedente, della millenaria tradizione imperiale cinese e prendere corpo ed affermarsi, pur tra mille difficoltà ed ostacoli, le forme organizzative, i valori e gli ideali della Repubblica. Il secolo della repubblica, dunque, o ancor meglio delle «repubbliche»: la Repubblica di Cina nata nel 1912, quella dei «signori della guerra», quella nazionalista fondata nel 1928, la repubblica dei soviet nata nel 1931, la Repubblica nazionalista di Chongqing e quella comunista delle “basi” anti-giapponesi, e infine la Repubblica Popolare Cinese del 1949 e la Repubblica di Cina a Taiwan, la quale ultima per più di vent’anni è stata riconosciuta come tale da larga parte del mondo ma che nell’ultimo trentennio ha visto ridurre fortemente il proprio ruolo politico e diplomatico internazionale, pur conservando una consistente e dinamica presenza economica, commerciale e culturale negli affari internazionali.
Il volume analizza le tappe, gli eventi e le questioni principali che hanno segnato la storia della Cina durante il Novecento, muovendo dalla fine dell’Impero (1911) e giungendo sino ai giorni nostri (2004). Si tratta del primo studio complessivo sul Novecento cinese che appare in Italia: esso mira soprattutto a mettere in luce le radici storiche del «miracolo cinese» cui siamo oggi di fronte, evidenziandone le conquiste e i successi ma anche i problemi e le contraddizioni.

Altri libri diGuido Samarani
Altri libri diStoria contemporanea