Giulio Einaudi editore

Dietro il vetro sottile

Memorie di un ebreo omosessuale nella Berlino nazista
Dietro il vetro sottile
Memorie di un ebreo omosessuale nella Berlino nazista
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Gad Beck non è tipo da bei discorsi. Dai suoi ricordi sprizza la candida immediatezza del vissuto. Con un'inconfondibile miscela di schiettezza berlinese, charme viennese e sfrontatezza yiddish, ci racconta gli anni difficilmente immaginabili della sua infanzia e giovinezza, quando la mostruosità era all'ordine del giorno».

Frank Heibert

2010
Passaggi Einaudi
pp. 206
€ 19,00
ISBN 9788806197544
A cura di
Traduzione di

Il libro

L’omofobia del regime nazista è forse meno nota del suo antisemitismo, ma ha generato anch’essa segregazioni, deportazioni, morti. Nel 1933 Hitler mise al bando organizzazioni e pubblicazioni omosessuali, mentre Heinrich Himmler, il capo delle SS, predicava la completa eliminazione degli omosessuali. In quegli anni terribili Gad Beck, figlio di un ebreo austriaco e di una luterana tedesca, conduceva la sua infanzia e adolescenza a Berlino, scoprendosi in maniera naturale, e senza sensi di colpa, attratto dagli uomini.
Nel cuore di una Germania che si avvia verso la persecuzione razziale più orribile, Gad vive il progressivo restringimento del suo spazio di vita, di lavoro e di espressione, ma non si arrende alle difficoltà e non rinuncia a gustare fino in fondo il sapore della giovinezza, dell’amicizia, dell’amore.
Impegnato nei movimenti sionisti, entra a far parte di un gruppo clandestino che agisce a sostegno degli ebrei, fino a che non viene tradito da una spia della Gestapo, arrestato, torturato. Sarà l’arrivo delle truppe sovietiche a salvarlo da morte certa.
In questo libro straordinario Gad Beck racconta con una voce freschissima e mai patetica l’avventura di un ragazzo ingenuo ma arguto, furbo ma profondamente buono, che riuscì a non farsi contaminare dalla paura e dall’orrore del totalitarismo nazista.