Giulio Einaudi editore

Prima che tu mi tradisca

Copertina del libro Prima che tu mi tradisca di Antonella Lattanzi
Prima che tu mi tradisca
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Non c'è nulla che non si possa perdonare a una sorella, soprattutto se all'improvviso scompare, nulla tranne averci rubato la scena nel momento piú importante della nostra adolescenza.

2013
eBook
pp. 432
€ 9,99
ISBN 9788858411483

Il libro

Giovanni Cipriani era appena nato quando è sopravvissuto per miracolo al bombardamento di Bari del ’43, ma quel disastro sembra avere lasciato in eredità alle sue figlie una specie di infezione che le ha danneggiate per sempre, votandole al tradimento. Diversissime, segnate da segreti che le rendono al tempo stesso complici e rivali, Angela e Michela si muovono tra una Bari che dietro l’apparente rinascita brucia come il suo Petruzzelli e una Roma sfibrata, divenuta temporaneo rifugio. La loro vita di ragazze – poi donne – è condizionata dall’attrito fra la bellezza di Angela e la timidezza aggressiva di Michela. Un conflitto che non si scioglie nemmeno quando la prima svanisce e l’altra assapora la possibilità di diventare padrona del campo. In un balletto atroce e divertentissimo di bugie, accuse e finzioni, Prima che tu mi tradisca mette in scena tutto l’amore e lo squallore che si annida nelle relazioni di una famiglia in cui si conosce un solo modo per stare insieme, farsi del male.

***

Hanno scritto di Devozione

«Impervio, doloroso, scostante: eppure Devozione mi sembra il romanzo piú forte del 2010 e Antonella Lattanzi l’esordiente piú interessante».

Marco Lodoli

***

«Devozione di Antonella Lattanzi è l’esordio piú importante di questo periodo… Quello che rende il libro eccezionale e avvincente è la scrittura, che utilizza il meglio della tradizione letteraria del Novecento con un’abilità mimetica fortissima».

Domenico Starnone

***

«Un nuovo importante scrittore ha fatto la sua comparsa sulla scena. Il suo nome è Antonella Lattanzi, il romanzo si intitola Devozione… il miglior esordiente del 2010 mi sembra per adesso proprio lei».

Nicola Lagioia

Altri libri diAntonella Lattanzi