Giulio Einaudi editore

Il capitalismo molecolare

La società al lavoro nel Nord Italia
Copertina del libro Il capitalismo molecolare di Aldo Bonomi
Il capitalismo molecolare
La società al lavoro nel Nord Italia
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Bonomi analizza i cambiamenti che stanno sconvolgendo l'economia italiana mutandone l'assetto. Al di là di ogni stereotipo o idea preconcetta sulla situazione che il mondo della produzione si trova oggi ad affrontare.

1997
Einaudi Contemporanea
pp. XI - 180
€ 9,30
ISBN 9788806142803

Il libro

Capitalismo molecolare vuoI dire Nord Italia: 67,9 imprese per ogni 1000 abitanti, con una media di 4,9 addetti per impresa. Solo il 18,5% è costituito da aziende manifatturiere e, sul totale di queste, il 13,7% sono imprese di servizi alle imprese. Sfatando molti luoghi comuni l’indagine di Aldo Bonomi illustra, attraverso una documentazione statistica in gran parte inedita, come grande fabbrica e pubblica amministrazione occupino una parte ormai ridotta del “popolo dei produttori” del Nord. E quanto questo nuovo capitalismo abbia trasformato, in stretta connessione con le dinamiche della globalizzazione, la struttura sociale di intere aree del paese: fino a ridisegnarne la fisionomia e le forme stesse del lavoro. Composto da situazioni difformi (Bonomi ne individua sette), il Nord è un arcipelago di contraddizioni e conflitti fra territori e sistemi produttivi. Ci sono aree alpine e pedemontane attivamente attraversate dalla globalizzazione mentre altre si caratterizzano come “zone tristì”, escluse dalla modernizzazione. C’è il Nord padano, forte di risorse industriali e ambientali, e naturalmente l’ area del sistema urbano -industriale (Milano, Torino, Genova), accomunata dal tentativo di ridefinirsi come company town o metropoli del terziario. Un sistema, quello urbano -industriale, che si avvia a essere rappresentato, piu che dai suoi occupati, dai suoi pensionati, prepensionati e cassintegrati.

Altri libri diAldo Bonomi
Altri libri diEconomia