Giulio Einaudi editore

Lo sguardo lontano

Lo sguardo lontano
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Perché la politica torni a essere una speranza, un servizio, una passione.

Un giorno sei chiamato dallo Stato ad assumerti una grande responsabilità. Entri cosí in un mondo nuovo, da vicino ne riconosci il ruolo cruciale nella vita democratica del paese. Ma ne scorgi anche i limiti e le contraddizioni. E provi dunque a cambiarlo.

***

I proventi di questo libro destinati all'autrice saranno interamente impiegati per borse di studio.

2015
Stile Libero Extra
pp. 234
€ 18,00
ISBN 9788806225445

Il libro

Quando Laura Boldrini giunge a Montecitorio e diventa la terza donna a presiedere la Camera dei deputati, appare subito come un presidente anomalo. Lei, che si è occupata per anni di diritti umani, di conflitti e di rifugiati, vuole aprire un dibattito sulle grandi questioni della società, accorciare le distanze fra la gente e le istituzioni, fare del Parlamento la «casa della buona politica». E la buona politica è fatta di giustizia sociale, di riconoscimento della dignità, di restituzione della speranza a chi sembra averla perduta. Raccontando dall'interno l'istituzione di cui ha accettato di mettersi al servizio, Laura Boldrini conferma la volontà di farla divenire anche il luogo di una nuova cittadinanza, dimostrando che la rotta può essere invertita.

«Non è vero che non si può cambiare. Dobbiamo concentrarci sulla politica, senza lasciare ad altri la responsabilità né abbandonarla nelle mani di chi vuole perseguire il proprio tornaconto. Farne una cosa pulita, aperta, come è giusto che sia, come è scritto nella Costituzione, come è scritto nella Storia migliore del nostro paese. Farne una cosa bella e alta».