Giulio Einaudi editore

Le guerre commerciali sono guerre di classe

Come la crescente disuguaglianza corrompe l'economia globale e minaccia la pace internazionale
Le guerre commerciali sono guerre di classe
Come la crescente disuguaglianza corrompe l'economia globale e minaccia la pace internazionale
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Una lettura obbligata. Klein e Pettis, due dei piú acuti commentatori dell'economia globale, hanno scritto un'imprescindibile analisi di come la disuguaglianza interna e i conflitti internazionali siano interconnessi, e offrono una risposta alle crisi della globalizzazione».
Adam Tooze

2021
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XX - 284
€ 22,00
ISBN 9788806249229
Traduzione di

Il libro

Le controversie commerciali sono generalmente intese come conflitti tra paesi con interessi nazionali concorrenti ma, come dimostrano Matthew C. Klein e Michael Pettis, spesso sono il risultato inaspettato di scelte politiche interne volte a servire gli interessi dei ricchi a detrimento dei lavoratori e dei ceti piú poveri. I due autori fanno risalire le origini delle guerre commerciali odierne alle decisioni prese da politici e imprenditori in Cina, Europa e Stati Uniti negli ultimi trent’anni. In tutto il mondo, i ricchi prosperano mentre i lavoratori non possono piú permettersi di acquistare ciò che producono, hanno perso il lavoro o sono stati costretti a indebitarsi fino al collo. Sfidando i punti di vista tradizionali, Klein e Pettis, in questo saggio acclamato dalla critica, ci offrono un racconto coerente su come le lotte di classe causate dall’aumento della disuguaglianza siano una minaccia per l’economia globale e la pace internazionale, proponendo infine delle soluzioni praticabili.