Giulio Einaudi editore

Il teorema del lampione

o come mettere fine alla sofferenza sociale
Il teorema del lampione
o come mettere fine alla sofferenza sociale
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Viviamo, oggi, in un mondo irragionevole: stagnazione, aumento della disoccupazione e del precariato, esplosione delle disuguaglianze. Ciò accade perché affrontiamo l'avvenire con gli occhi rivolti al cono di luce che ci giunge dal passato. Le nostre teorie economiche, sconfessate dai fatti, e le politiche che ne derivano, non rendono conto della realtà e dei bisogni della popolazione. Questo libro è, allo stesso tempo, un viaggio nella crisi e una proposta autorevole per mettere fine alla sofferenza sociale.

2013
Passaggi Einaudi
pp. 232
€ 18,00
ISBN 9788806217259
Traduzione di

Il libro

Tutto è irragionevole in ciò che accade nel mondo d’oggi: piú di cinque anni di stagnazione, un balzo della disoccupazione e del lavoro precario, il declino del ceto medio, l’esplosione delle disuguaglianze. Ma da dove viene questa irragionevolezza e perché la accettiamo? Questo libro è un invito al viaggio nei territori che abbiamo intravisto durante le crisi che si sono succedute dal 2007-2008: la crisi della teoria economica, la crisi finanziaria mondiale, la crisi bancaria, la crisi europea dei debiti sovrani, e, infine, quella dei nostri sistemi di misura. Con un bilancio insopportabile: noi affrontiamo l’avvenire con gli occhi rivolti al cono di luce che ci giunge dal passato. Non possiamo trovare nulla sotto queste luci, se esse non sono in grado di illuminare il tempo presente. Le nostre teorie economiche – falsificate a piú riprese dai fatti – e le nostre politiche rivolte a obbiettivi che derivano da esse (stabilità dei prezzi, concorrenza, sostenibilità del debito) non riescono piú a rendere conto della realtà né a rispondere ai bisogni della popolazione. Il teorema del lampione è, in egual misura, un appello a dare piú peso all’esigenza di legalità senza la quale le nostre democrazie deperiscono, le nostre economie funzionano male e il benessere della popolazione si riduce ai minimi termini.

Altri libri diEconomia