Giulio Einaudi editore

Saggio sopra gli errori popolari degli antichi

Copertina del libro Saggio sopra gli errori popolari degli antichi di Giacomo Leopardi
Saggio sopra gli errori popolari degli antichi
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Il mondo è pieno di errori, e prima cura dell'uomo deve essere quella di conoscere il vero».

2003
ET Classici
pp. XXIV - 308
€ 12,00
ISBN 9788806142650

Il libro

Dai pigmei ai poteri dei Magi, dai presagi ricavati da sternuti e sogni al terrore delle eclissi: attraverso la dotta e precisa ricognizione di infiniti testi antichi di poesia e letteratura, il Gran Recanatese elaborò un saggio dove già s’intravede tutta l’effervescenza esistenziale che deflagrerà nelle sue opere maggiori. I diciannove capitoli si snodano tra i ciclopi, la fenice, gli arimaspi e i cinocefali, fra ombre, larve, spettri e fantasmi, con l’intento di distruggere le false credenze, mostrare quanto siano nocive le superstizioni, nei tempi passati e in quelli moderni, e quale alto valore abbia l’educazione al sapere. Un ingegnosissimo e curioso elenco di superstizioni che il diciassettenne Leopardi compilò nel 1815, mosso dalla ferrea volontà di dissipare i pregiudizi tanto degli antichi quanto dei moderni, perché, come egli stesso scriveva, «il mondo è pieno di errori, e prima cura dell’uomo deve essere quella di conoscere il vero». Con l’indice dei nomi e delle opere citati nel testo.

Altri libri diGiacomo Leopardi
Altri libri diPoesia