Giulio Einaudi editore

Cento poesie

Copertina del libro Cento poesie di Johann Wolfgang Goethe
Cento poesie
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

J. W. Goethe (28 agosto 1749 -22 marzo 1832) ha scritto oltre duemila poesie: uno sguardo retrospettivo su quest' opera sterminata può suscitare un senso di sgomento anche nel lettore pio accorto, e poteva quindi essere azzardata l'idea di selezionare cento poesie per celebrarne il duecentocinquantesimo anniversario della nascita. E invece la scelta compiuta da Siegfried Unseld risulta convincente poiche, pur nella sua sinteticità, riesce a condurre il lettore nella estrema molteplicità di temi, stili e modalità della lirica goethiana che ha le sue radici nel clima i1Iuministico del Settecento, si distende attraverso gli anni del classicismo tedesco e del primo romanticismo, stemperandosi infine in una visione della vita pio distaccata e persino ironica.

1999
ET Poesia
pp. XLII - 377
€ 10,00
ISBN 9788806152222
A cura di
Introduzione a cura di

Il libro

Partecipiamo cosí alle gioie e alle tensioni dell’amore, alla struggente bellezza della natura, intesa come immediata vitalità, ai grandi temi spirituali. E al centro di ogni discorso si colloca l’uomo come polo e misura di tutte le cose, l’uomo che apre il proprio spazio interiore al massimo di esperienze e commozioni, l’uomo che, attraverso l’arte e la poesia, propone un’immagine complessiva del mondo. Ed è forse questo il senso profondo della produzione poetica di colui che a ragione viene considerato l’ultimo umanista. Nur allein der Mensch/Vermag das Unmogliche:/ Er unterscheidet/ Wählet und richtet/ Er kann dem Augenblick/ Dauer verleihen. Eppure l’uomo soltanto/può l’impossibile:/ egli distingue, giudica e sceglie;/e all’istante/può dare durata. (Das Göttliche – Il divino).

Altri libri diNarrativa tedesca