Giulio Einaudi editore

La zia Julia e lo scribacchino

La zia Julia e lo scribacchino
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

NumeriPrimi° I Nobel

***

«Ricordo molto bene il giorno in cui mi parlò del fenomeno radiofonico, perché quello stesso giorno, all'ora di pranzo, vidi la zia Julia per la prima volta. Era la sorella della moglie di mio zio Lucho ed era arrivata la sera prima dalla Bolivia. Divorziata da poco, veniva a riposare e a riprendersi dal suo fallimento matrimoniale. - In realtà, a cercarsi un altro marito, - aveva sentenziato, in una riunione familiare, la piú linguacciuta delle mie parenti, la zia Hortensia».

Mario Vargas Llosa, La zia Julia e lo scribacchino

2012
NumeriPrimi°
pp. 600
€ 15,00
ISBN 9788866213253
Traduzione di

Il libro

Pedro Camacho, detto il «Balzac creolo», è uno strano e fecondissimo inventore di trame melodrammatiche e truculente per un programma feuilleton di Radio Lima. Tutti in città attendono con impazienza le «puntate» della sua fantasia, fatte di arresti misteriosi, morti segrete, incesti, sangue e passioni. In parallelo scorre la storia di Mario – pallidamente autobiografica, come il nome del protagonista lascia intendere – giovane aspirante scrittore attratto da questa curiosa macchina dell’immaginario. Ma anche lui ha la sua storia complicata da raccontarci: s’innamora, quasi con platonica indifferenza, d’una zia vedova e piú matura, che finirà per sposare, prima di trasferirsi in Europa e affermarsi come scrittore.

***

NumeriPrimi° I Nobel:

Thomas Mann, I Buddenbrook (1929)
Yasunari Kawabata, La casa delle belle addormentate (1968)
Samuel Beckett, Molloy (1969)
Heinrich Böll, Foto di gruppo con signora (1972)
Gabriel García Márquez, L’amore ai tempi del colera (1982)
William Golding, Il Signore delle Mosche (1983)
Toni Morrison, Amatissima (1993)
J. M. Coetzee, Vergogna (2003)
Orhan Pamuk, Il mio nome è rosso (2006)
Mario Vargas Llosa, La zia Julia e lo scribacchino (2010)

Altri libri diMario Vargas Llosa