Giulio Einaudi editore

Opere complete

Copertina del libro Opere complete di Arthur Rimbaud
Opere complete
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli
1992
Biblioteca della Pléiade
pp. LXIX - 1480
€ 49,06
ISBN 9788844600051
A cura di

Il libro

La poesia in Italia trovava difficoltà a procedere sui suoi binari ma non si era ancora prodotto alcun vero e proprio deragliamento. Negli anni Settanta, che sono quelli di Rimbaud, si affermava il dominio di Carducci, contrastato appena dalla Scapigliatura come lo è ogni potere dal corrispettivo jus murmurandi. Poco di piú infatti fu la Scapigliatura, ai margini e alla periferia di quel regno, nonostante la presenza di qualche vero talento dalle antenne sensibili, dall’attenzione non svagata alle cose di Parigi e d’Europa. Carducci, a sua volta, era tutt’altro che una rocca o un monolite: il suo cipiglio, divenuto poi sacrale, copriva molte inquietudini, insofferenze, tentazioni: e non si può dire che tutte venissero represse in nome… In nome di chi o di che cosa? Un’osservanza della tradizione fu impersonata ma non inverata da Carducci: per cui si trattò di polemica e avventurosa scelta di campo piuttosto che di un dogma propugnato e custodito. Molti parlano ancora delle avventure carducciane – incluse le Odi Barbare – come delle scorrerie di un professore e, a mio parere, si ingannano. La crisi della continuità ideativa e linguistica della poesia c’era; ed era evidente proprio in Carducci che doveva paradigmaticamente fugarla. Il deragliamento dalla inerzia o dalla normalità della corsa e dalle sue velleitarie poco incisive infrazioni di marcia verranno, vistosamente, piú tardi. Ma la poesia dei decenni estremi dell’Ottocento è satura, malgré tout, di semioscure ricerche e di vagamente perseguite esigenze che incrinano senza troppo manifestarlo la compattezza del discorso lirico.

Mario Luzi

Altri libri diArthur Rimbaud
Altri libri diNarrativa francese