Giulio Einaudi editore

La domenica della vita

Copertina del libro La domenica della vita di Raymond Queneau
La domenica della vita
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Valentin Brû è un militare di basso rango, reduce dal Madagascar, con l'aspirazione di diventare spazzino. Julia è «una signorina né in tutto giovane né in tutto signorina», merciaia. I due si sposano e vanno a vivere a Parigi. Lei diventa Madame Saphir, indovina e veggente, ma sarà Valentin a fare profezie che si avverano. Un romanzo attraversato sotterraneamente da grandi temi filosofici, pervaso soprattutto da un'infinita ironia.

2009
Letture Einaudi
pp. 220
€ 19,00
ISBN 9788806198589
Traduzione di
Postfazione a cura di

Il libro

«Il soldato Brû non pensa a niente e dedica il suo abbondante tempo libero all’identificazione del nulla. In lui è la saggezza autentica».

Alexandre Kojève

La domenica della vita è soprattutto una commedia e della commedia ha tutti gli ingredienti: dagli equivoci ai travestimenti, ai colpi di scena. Una commedia venata di angoscia per l’aria di guerra che si respira dall’inizio alla fine.
Ma il romanzo è anche un omaggio di Queneau ai suoi genitori, che vengono ritratti nei protagonisti in modo abbastanza riconoscibile, anche se l’ambientazione del loro incontro è stato spostato alla vigilia della seconda guerra mondiale.
Nel personaggio di Valentin Brû lo scrittore mette anche molto di sé, proseguendo il gioco di allusioni autobiografiche di Un rude inverno. Dunque padre e figlio fusi in un solo personaggio, e questo spiega anche il fatto che nel romanzo Valentin sia più giovane di una ventina di anni rispetto a Julia: una sorta di marito-figlio.
D’altra parte che invenzione e realtà siano molto mescolate in questo romanzo ce lo dice anche la nota con la quale Queneau ha voluto aprire il libro: «Siccome i personaggi di questo romanzo sono reali, ogni rassomiglianza con figure immaginarie verrebbe ad essere fortuita».

Altri libri diRaymond Queneau
Altri libri diNarrativa francese